Arte e Musica Contempoanea: live e performance sfumano

performanceL'evoluzione del digitale  ha stravolto più di una concezione, di natura primaria, di quella che era la musica prima dell'egemonia incontrastata dell'internet, mettendo in discussione definizioni consacrate nel campo delle note. Di conseguenza, alla suddetta evoluzione, si deve la netta scissione tra due definizioni, prima confluenti, quasi a completarsi vicendevolmente, tra concerto live e Performance

Il problema tra esibizione live e performance, come intesi attualmente,  è puramente linguistico , in quanto il significato semantico delle parole recupera la definizione primordiale,  permettendo un'unione, in unico caso di giudizio.

Per performance infatti si fa riferimento  a una qualsiasi prestazione, sia essa intesa in ambito sportivo, individuale o di squadra, o di spettacolare esibizione di dell'artista.  A noi interessa quest'ultima.

 Per introdurre l'Internet, potremmo dire che la performance, attualmente, non prescinde dall'esibizione live; ma trova sbocchi di soddisfazione "warholliana" anche e soprattuto attraverso altri strumenti, mezzi e materiali.  La comprensione è più che diretta; basterebbe pensare alla facilità con cui possiamo ricavarci i nostri quindici minuti di gloria , attraverso l'esibizione senza pretese delle nostre capacità pseudo artistiche.

Qui si spiega la netta divisione attuale, tra performance e concerto live, in quanto precedentemente l'unione era concretizzata da una sorta di intenzionalità artistica che contribuiva alla carica espressa poi nelle esibizioni; oggi l'arte, per fortuna o purtroppo, esce fuori dalla mano degli artisti per mettersi in gioco con frivolezze; e solo ed esclusivamente per il fatto di mettersi in gioco, tramite performance, si possono verificare vari eventi capaci addirittura di portare ad un successo immeritato ma effimero. 

Essere degli artisti non è assolutamente cosa semplice e purtroppo il lato negativo della facilità di conquista delle masse pone un quesito indispensabile: Quanto potrà durare la precocità senza talento e obbligata gavetta?